Al Castello Svevo il premio “L’Alveare”. Menzione speciale al Club Velico Crotone
Demetrio Sposato nella top ten europea. Splendido risultato nella Classe 420
18 luglio 2018
Se giri il mondo il Club Velico Crotone e’ lì
26 luglio 2018

Al Castello Svevo il premio “L’Alveare”. Menzione speciale al Club Velico Crotone

 

Sfilano nel Castello svevo di Cosenza le eccellenze di Calabria scelte dalla territoriale di Confapi –casa delle piccole e
medie imprese guidata da Francesco Napoli, che è anche il vicepresidente nazionale – per l’annuale conferimento del
Premio ‘Alveare’, che è simbolo dell’associazione.
Dodici aziende, tra nuove e consolidate, emblema di quella laboriosità con la quale riescono a dare il meglio di sé a
favore dello sviluppo del territorio. Ci sono praticamente tutte le province calabresi nel premio ‘Alveare’ di Confapi,
edizione 2018, e non solo. «Il territorio spesso dimentica di premiare i suoi talenti – dice il presidente Francesco Napoli
nel suo intervento di apertura. Quest’anno c’è un valore aggiunto, premiamo anche imprenditori che calabresi non sono
ma che hanno deciso di investire in Calabria. E penso che questo sia un messaggio importante». Rinforza l’assessore
alla crescita economica urbana del Comune di Cosenza, Loredana Pastore, «stasera è una serata di festa. Dobbiamo
festeggiare il fatto che in un territorio così difficile ci sono tante eccellenze, persone che credono in questa regione,
persone caparbie che fanno impresa in Calabria. Per questo li ringraziamo dicendogli che il nostro supporto c’è e ci sarà
sempre».
Il primo esempio viene dalla famiglia Pirozzi di Padova che, con la Perla del Borgo, ha contribuito alla rinascita di
Santa Caterina dello Ionio – borgo che, come tanti in Calabria ha pagato il prezzo dello spopolamento, tanto più dopo
l’ incendio degli Anni ’30 che gli ha inferto il colpo di grazia – acquistando degli immobili per farne delle deliziose casa
vacanza. La Medical, importante azienda pistoiese che produce integratori naturali e offre servizi di diagnostica per le
farmacie, Il leader Maurizio Pasquetti dice “sono convintamente soddisfatto della mia scelta di aderire a Confapi
Calabria”. L’ associazione punta molto all’ internazionalizzazione ed emerge molto nella serata del Premio Confapi: tra i
premiati la Only Good Italy che si occupa di esportare all’estero le eccellenze calabresi dell’agroalimentare; la Rancraft
Engineering Srl, la cui produzione di barche a motore va per l’80% sul mercato estero, soprattutto nel nord Europa;
menzione speciale al Club Velico Crotone, guidato dall’avv. Verri, che ha creato un forte indotto nello sport
conquistando in poco tempo un posto di prestigio nel panorama mondiale della vela, e menzione speciale anche al
giovane progetto editoriale Infonight.
«Il nostro punto di forza è il made in Italy – ha detto Napoli in apertura – che significa qualità, originalità, creatività».
Lo interpreta bene l’artista Luigia Granata che ha trasformato le sue opere d’arte in preziosi e unici capi di
abbigliamento, che sfilano nella sala del Premio Confapi; ricerca design nello spin off dell’UniCal, ADF Atelier del
Futuro, che dallo studio del Caos in cui i sistemi dinamici vengono resi materiali, ha ideato una linea di gioielli,
realizzati con le stampanti 3D.
All’Alveare di Confapi si affiancano due premi speciali, intitolati ad altrettante personalità che hanno lasciato il segno,
nella storia di Confapi e nella storia della Calabria: il premio ‘Ninetto Quattrone’, imprenditore reggino che guidò la
datoriale calabrese negli anni 70. Nello stesso periodo Tito Pennestrì fondava a Reggio Calabria la gelateria Sottozero.
A raccoglierne il testimone, il figlio Vincenzo Pennestrì, oggi ambasciatore del gelato nel mondo, e titolare della storica
gelateria, che è stato premiato da Susanna Quattrone, figlia di Ninetto; l’altro premio speciale, appena istituito, è
intitolato a ‘Vito Napoli’, deputato della Repubblica per cinque legislature, «convinto meridionalista – ha detto Napoli
nell’introdurre al Premio – sempre al fianco dei giovani». Il fratello di Vito, Osvaldo Napoli, ha premiato l’azienda
Altrama di Cosenza, grazie alla quale si diffonde nel web, attraverso soluzioni innovative, il patrimonio artistico –
culturale del nostro Paese, come avviene con la loro applicazione ViaggiArt. «Vito aveva la Calabria nel cuore – lo
ricorda così il fratello Osvaldo alla platea del Premio Alveare – ed è morto con il desiderio di poter salutare in tempo
tutti i sui amici più cari con i quali aveva condiviso le ragioni ideali e reali della Calabria dove di fatto aveva costruito la

sua vera residenza». Parole importanti quelle di Osvaldo Napoli all’ indirizzo dei tanti imprenditori, «come le api sono
indispensabili all’impollinazione, le imprese lo sono per l’economia del proprio territorio e dell’intero Paese».
Tutte le eccellenze calabresi – tra le altre la CPS Srl, Panino Genuino, Barci Engineering Srl , Pasta Ricca , LeF Lavoro
e Formazione , CLC – Congressi & Eventi – sono state premiate da autorità come l’assessore Loredana Pastore, il
Rettore dell’Università della Calabria Gino Mirocle Crisci e associati Confapi che nell'associazione ricoprono ruoli
direttivi.