Il Club Velico Crotone conquista il pass per mondiali europei optimist. Mentre demetrio sposato da Roma vola in Grecia per gli Europei 420
Sport e disabilità. Mercoledì al Club Velico Crotone la giornata finale di “Veleggiando tra le Emozioni” con Nicole Orlando
9 giugno 2017
Trofeo Kinder Marina di Ravenna, vince il Club Velico Crotone con Alessandro Cortese. Argento femminile per Alice Ruperto
14 giugno 2017

Il Club Velico Crotone conquista il pass per mondiali europei optimist. Mentre demetrio sposato da Roma vola in Grecia per gli Europei 420

Per il terzo anno consecutivo il Club Velico Crotone piazza un atleta (l’anno scorso furono addirittura due) ai Campionati del Mondo di vela giovanile. A Marina di Ravenna Andrea Milano ha infatti completato il lungo percorso delle selezioni prima interzonali e poi nazionali, passate per Napoli e Bari, e volerà in Tailandia con una squadra nazionale Optimist, quella del coach Marcello Meringolo, che sarà dunque crotonese per un quinto. Ma lo straordinario risultato conseguito dal giovane circolo crotonese è anche un altro: classificandosi prima nella classifica femminile, Beatrice Sposato guadagna infatti, dal canto suo il pass per i Campionati Europei che l’anno scorso si svolsero a Crotone e nel 2017 si disputeranno in Bulgaria. Nel 2015 in Polonia ai Mondiali partecipò il fratello, Demetrio Sposato, che si piazzò sesto, mentre l’anno scorso in Portogallo giunsero in due, Andrea Milano (undicesimo) e lo stesso Sposato (che arrivò prima della flotta Silver). Molto bene anche il resto della pattuglia del Club Velico Crotone composta da Mauro Ruperto, Alice Ruperto e Giulia Francis, tutti entrati, al termine delle prime due giornate di regate, nella flotta Gold nella quale il terzo giorno si fatti i giochi, visto che l’ultimo giorno l’assenza di vento ha decreto la conclusione anticipata della regata. E si tratta di ottime notizie per i coach della squadra Alessio Frazzitta (in acqua a Marina di Ravenna) e Danilo Suppa, attesi da una serie di regate determinanti per la stagione, che si concluderà proprio a Crotone con i Campionati Nazionali Giovanili di tutte le classi (26 agosto – 3 settembre).

Uno dei dati più significativi è che, quest’anno, il Sud Italia l’ha fatta da padrone. “Otto giovani velisti e veliste su dodici totali selezionati a indossare la maglia azzurra a Europei e Mondiali – scrive il giornalista Fabio Colivicchi sul noto portale specializzato “Saily” – vengono dal Sud. Circoli del nostro meridione, proteso nel Mediterraneo, quel mare che oggi e’ al centro di storie drammatiche e che allo stesso tempo e’ una straordinaria opportunita’ di crescita e sviluppo economico e culturale per tutta l’Italia, se solo si capisse quanto valgono il turismo nella natura, la nautica, i porti, lo sport. E’ un bel segnale che la “nazionale” della vela giovanile azzurra 2017 sia a trazione meridionale – mediterranea. E meriterà attenzione e approfondimento. Per ora, complimenti a tutti, anche a chi ha lavorato per questo risultato”.

Nel frattempo, a Formia, Demetrio Sposato, atleta del Club Velico Crotone trasferitosi a Bracciano, al Centro Velico 3V, per continuare la propria avventura sportiva nella classe 420 da timoniere del prodiere romano Gabriele Centrone, ha centrato un obiettivo eccezionale: la giovanissima coppia ha conquistato, nello stesso week, il terzo posto della ranking italiana under 16 e la conseguente qualificazione ai Campionati Europei che si disputeranno in Grecia.

“Tantissimi complimenti ai nostri ragazzi, alle loro famiglie, ai nostri allenatori e ai soci del circolo – commenta Francesco Verri, presidente del Club Velico Crotone, ricordando che “ognuno di questi risultati è il prodotto di un lavoro di squadra giornaliero per mezzo del quale cerchiamo di assicurare professionalità in un ambiente sereno e allegro, di migliorarci, di instillare nei giovani grinta e buoni sentimenti. Intanto, è cominciata la nostra scuola vela: ancora non è finita la scuola e abbiamo già venti bambini iscritti fra quelli che hanno completato la prima settimana di corso e quelli che cominciano lunedì. Col tempo, quella della barchetta è un’esperienza che dovranno fare tutti i bambini di Crotone, come a Courmayeur i ragazzi nascono con gli sci ai piedi”.

 

Comments are closed.