32 Atleti ospiti del Club Velico Crotone con i loro velocissimi 29er
Anche dal Sud Africa a Crotone per la Carnival Race
18 gennaio 2017

32 Atleti ospiti del Club Velico Crotone con i loro velocissimi 29er

Da Salò, Cagliari, Porto Cesareo e Taranto per allenarsi a Crotone, insieme agli atleti di casa, approfittando delle vacanze di Natale: si riconferma validissimo il format invernale del Club Velico Crotone che, dopo aver ospitato gli atleti ungheresi della classe Optimist (attesi per altri due training) e il vicecampione del mondo della classe Laser Guido Gallinaro, ha offerto la propria base e le competenze del suo nuovo coach gardesano Mattia Pagani ai circoli che stanno lavorando con il 29er, un’imbarcazione doppia veloce e performante che è l’anticamera giovanile della classe olimpica 49er.
Le condizioni climatiche – vento sostenuto, onda e cielo tutto sommato terso – hanno soddisfatto tutti gli atleti e gli allenatori impegnati, molti dei quali, provenendo dal freddo polare del Lago di Garda, hanno trovato perfette anche le temperature, miti se paragonate a quelle dei laghi ghiacciati dell’Europa del Nord. Altro target, questo, del Club Velico Crotone che punta a far concorrenza alle basi storiche europee della vela invernale, da Barcellona a Tenerife, da Palma di Maiorca a Lanzarote, da Gran Canaria a Malta.
Sedici imbarcazioni della classe 29er, e quindi trentadue atleti, sono davvero tante per l’esordio di Skiff Pro Sud (il nome della prima edizione del training organizzato per queste nuove barche dal circolo nautico crotonese) che, ovviamente, vuol crescere ancora e diventare un appuntamento fisso, con più sessioni, non solo natalizie giacchè il periodo utile è tutto quello compreso fra novembre e marzo. Periodo interessantissimo per Crotone anche dal punto turistico, visto che la stagione estiva è ben lontana e il comparto, in assenza di eventi, soffrirebbe parecchio.
Nella stessa ottica, è ormai prossima la Crotone International Carnival Race, in programma dal 25 al 28 febbraio: l’anno scorso, l’anno dei Campionati Europei, vi parteciparono 244 timonieri provenienti da 11 nazioni. Quest’anno la regata conta di confermare lo straordinario successo passato e soprattutto di contaminare l’intera città grazie alla costruzione – in stretta collaborazione con Comune di Crotone, Camera di Commercio, Regione Calabria e Autorità Portuale di Gioia Tauro – di un ampio programma culturale, musicale, teatrale, artistico attorno alla gara: è la Crotone Carnival Week (21/28 febbraio), altro strumento per attrarre turisti (oltre che velisti) dalla Calabria, dall’Italia e dall’Europa.
“Il 2017 parte col botto – commenta il presidente del Club Velico Crotone Francesco Verri -. Il riuscitissimo raduno della classe 29er, premiato dalle ‘solite’ meravigliose condizioni meteoclimatiche di Crotone, ormai famose in tutto il mondo, rappresenta un ottimo inizio. Ci saranno molte sorprese da qui a un mese e poi ci tufferemo nella Crotone Carnival Week, un vero e proprio festival in cui si inserisce la regata che, quest’anno, quindi, esce dall’acqua e bagna tutta la città. Storicizzandosi, ripetendosi ogni anno, la Crotone Carnival Week potrà diventare un appuntamento fisso non solo per gli amanti della vela ma per tutte quelle persone che, d’inverno, a Carnevale appunto, vogliono concedersi una pausa di un week end o di un’intera settimana ‘navigando’ fra concerti, opere teatrali, mostre di pitture, libri, lezioni di filosofia. Se ci lavoreremo tutti insieme, il Carnevale di Crotone, tanto legato al mare, sarà famoso”.